Viaggiare da Sole: Consigli Utili e Raccomandazioni Importanti

Vuoi viaggiare da sola? Ecco la breve ma esaustiva guida del Corriere delle Dame per decidere la meta ideale e avere un vademecum con consigli prat



Viaggiare da Sole: Consigli Utili - CorriereDelleDame.it

Consigli per Viaggiare da sole: dove andare in Italia e in Europa

Fino a qualche decennio fa - per una donna - viaggiare da sola era impensabile. Chiunque avesse accennato all’impresa veniva guardata con grande sospetto e – in ogni caso - era una prerogativa delle donne appartenenti ad un ceto sociale di alto livello. Oggi - per fortuna - i tempi sono cambiati, alcuni pregiudizi sono stati superati e le donne possono intraprendere viaggi, più o meno lunghi, in perfetta solitudine.

Ma quali sono le ragioni che spingono una donna ad intraprendere un viaggio completamente da sola?

Le motivazioni di un viaggio in solitaria possono essere molteplici: dalla mancanza di una compagnia adeguata, che risponde al famoso detto “meglio sola che mal accompagnata” alla fine di un amore, ma anche la curiosità di scoprire il  mondo attraverso gli occhi di persone culturalmente diverse da noi, la voglia di mettersi in gioco sfidando noi stesse o - come capita molto spesso - per andare alla ricerca di se stesse e capire finalmente chi siamo e cosa vogliamo veramente.

Un viaggio, quindi, che conduca in luoghi inesplorati in tutti i sensi, in cui il bagaglio da portare dietro sia leggero, privo di paure, sensi di colpa, ma ricco di entusiasmo, curiosità e di voglia di volersi bene. Un viaggio da cui si ritorna più forti e con la pretesa di essere amati finalmente per ciò che siamo e non per ciò che gli altri vorrebbero che fossimo. Dopo un viaggio in solitaria, infatti, capita spesso che una donna ne torni cambiata, più consapevole e più sicura di se stessa e con la voglia di ripartire al più presto.
Ma se è vero che l’episodio di violenza può capitare anche sotto casa (o addirittura dentro casa) è anche vero che una donna da sola in giro per il mondo rischia sicuramente di più.

Viaggiare da sole: consigli pratici

Ma quali sono i comportamenti da adottare per ridurre al  minimo la possibilità di episodi spiacevoli?
Innanzi tutto, cominciamo dicendo che non tutti i luoghi sono uguali: un certo rischio c’è sempre ovunque, ma ci sono destinazioni in cui il pericolo è superiore. Pertanto, è bene informarsi sulla tranquillità o meno della zona che intendete visitare. Inoltre, è opportuno informarsi sugli usi e le abitudini del posto, eventuali regole sul vestiario, capire se ci sono luoghi interdetti alle donne, ecc.

In linea generale, indipendentemente dal luogo prescelto per il viaggio in solitaria, è opportuno evitare di andare in giro di notte. È sicuramente un sacrificio, ma a meno che non abbiate fatto amicizia con un gruppo di persone conosciute durante il viaggio, nelle ore notturne è meglio stare in albergo. E se proprio siete amanti della vita notturna, spostatevi solo ed esclusivamente con i taxi dal luogo di partenza a quello dell’arrivo, in modo da ridurre al minimo i cattivi incontri.
Una raccomandazione è di scegliere un albergo in centro, un quartiere quindi molto frequentato anche di sera, per evitare così di dover tornare al calar del sole. Prima di prenotare, comunque, sarà bene informarsi sulla fama della zona e capire se vi sono particolari abitudini e rischi.

Altro consiglio utile per coloro che decidono di viaggiare da sole: anche se questo vorrà dire rinunciare a visitare qualche angolo recondito ma suggestivo della città, è bene evitare di recarsi in posti troppo isolati. E se non si vuole rinunciare proprio a nulla, è opportuno affidarsi ad un tour per una visita guidata personalizzata.
Se decidete di visitare un Paese straniero e conoscete qualche italiano, è bene comunque evitare di fidarsi e accettare passaggi in auto da sconosciuti, anche se si tratta di un connazionale dall’aria accattivante e gentile. Evitate di recarvi in luoghi isolati, ricordando che – dopotutto – si tratta comunque di uno sconosciuto.

Evitate di entrare in locali frequentati da soli uomini, il gesto potrebbe essere scambiato per un incoraggiamento ad un approccio.
Anche se potrà sembrare banale, è bene vestire in modo sobrio, poco appariscente per evitare che il nostro abbigliamento possa indurre a considerazioni sbagliate; avrete altre occasioni per indossare tacchi a spillo e gonne corte. Se rientrate in hotel che è già sera inoltrata, meglio investire qualche moneta in più per chiamare un taxi e se avete voglia di un alcolico, meglio farlo una volta tornate in albergo.

Non uscite con troppo contante, portatevi dietro solo un documento e lasciate l’altro – di emergenza – nella stanza dell’hotel, meglio se in cassaforte, ed evitate di portare gioielli preziosi. Oltre alla carta di credito, portate con voi anche una carta prepagata, per evitare di rimanere senza soldi in caso si dovesse smagnetizzare la carta di credito.
A questo punto non resta che scegliere una meta.

Viaggiare da sole in l’Italia: Suggerimenti e consigli

Se siete al vostro primo viaggio da sole, è consigliabile optare per l’Italia, così da escludere almeno l’ansia dell’uso di una lingua straniera e di abitudini e costumi molto differenti. Inoltre, un viaggio da sole in Italia sarà un’occasione più semplice e meno impegnativa per capire se il viaggio da sole fa al caso vostro o meno.

Una meta fantastica è sicuramente da Napoli, una città variegata dove la vita è palpabile in ogni angolo di strada. Facile da raggiungere con il treno, che arriva in pieno centro, è una realtà festosa, allegra e offre al viaggiatore tutto ciò che possa desiderare: mare, monumenti, palazzi storici, scorci urbani di grande pregio e naturalmente la sua mitica gastronomia: dai preparati più semplici come “ u cuoppu”, un cartoccio di verdure o pesce fritto pastellato da mangiare camminando, a quello più elaborata come “il casatiello”, un pane lievitato ed impastato con salame napoletano, pecorino, uova. E c’è “lei” l’emblema di Napoli: la pizza migliore al mondo!

Per le visite ai palazzi storici o ai musei non c’è che l’imbarazzo della scelta: Palazzo Zevallos, il Palazzo Reale, Castel dell’Ovo, la Cappella di San Severo con il famosissimo Cristo Velato, il museo Archeologico, il Duomo, la Chiesa di San Domenico, la Farmacia degli Incurabili sono solo alcune mete per conoscere la città, che - prima dell’unità d’Italia - era il terzo centro urbano europeo, dopo Parigi e Londra, per importanza ed emancipazione economica e culturale.

Se invece avete un animo romantico e preferite una meta rilassante e bucolica, l’occasione ideale per viaggiare da sole in Italia potrebbe essere una visita al Lago Maggiore. È possibile arrivare a Milano o Torino con il treno e poi noleggiare la macchina fino alle località a ridosso del lago. Incastonato fra  le Alpi e circondato da dolci colline che degradano, scendendo fino a lambire le sue acque cristalline, il Lago Maggiore è una meta che offre innumerevoli soluzioni per una vacanza all’insegna del relax e del contatto con la natura.

È possibile effettuare percorsi in bici, fare trekking, andare a cavallo o - più semplicemente – fare belle passeggiate su sentieri immersi in una natura lussureggiante. Il consiglio è di andarci in primavera, quando è possibile godere delle fioritura delle bordure, delle aiuole, dei prati e delle scarpate. Imperdibili le isole Borromee, tre gioielli incastonati come pietre preziose in mezzo al lago, che hanno esportato la loro fama ben oltre i confini nazionali. Se proprio non potete visitarle tutte e tre, dovete sapere che i giardini dell’Isola Bella sono famosi in tutto il mondo per la varietà di specie, l’abbondanza delle fioriture e per la sapienza con cui gli architetti hanno ideato questo paradiso terrestre.
Un’altra perla che potete visitare in Italia viaggiando da sole sul Lago Maggiore è sicuramente Stresa, splendida cittadina in stile Liberty, che di quell’epoca ha conservato tutto il fascino e l’eleganza. Per non andar via senza aver visto il lago più romantico d’Italia è d’obbligo una puntatina al lago d’Orta e la sua meravigliosa isola di San Giulio.

Un’altra idea per un viaggio da fare da sole in Italia è la mini crociera sul Brenta, alla scoperta delle meravigliose Ville Venete Palladiane: una vacanza beve ma di forte impatto emotivo. Partenza da Padova sul battello, conclusione del viaggio a Venezia, sull’antica rotta del Burchiello, una piccola imbarcazione fluviale a remi, che anticamente collegava Padova a Venezia. Durante il percorso, sono previste alcune soste per visitare le ville più significative del Palladio, come Villa Widmann, villa Pisani, Villa Foscari detta la Malcontenta, tutte dimore storiche dei nobili veneziani del ‘700 ricche di affreschi e sontuosi arredi. All’arrivo a Venezia, nel primo pomeriggio, avrete tutto il tempo per visitare questa città unica al mondo, per poi prendere il traghetto fino alla stazione e fare ritorno a Padova col treno.

Viaggiare da sole in Europa: Idee e Raccomandazioni

Se volete proprio travalicare i confini del nostro Paese, una meta molto gettonata dalle donne che viaggiano da sole è sicuramente la Spagna. Dalle abitudini molto simili alle nostre e con prezzi più economici che in Italia (in particolare al Sud) è la meta ideale se avete voglia di mare o di paesaggi insoliti come quelli - per esempio - offerti dalla Galizia. Le sue principali città sono raggiungibili da innumerevoli aeroporti italiani e i voli low cost la rendono particolarmente appetibile anche per chi non ha un budget molto elevato.

Le destinazioni all’interno di questo meraviglioso Paese sono diverse ed offrono paesaggi suggestivi: dalla Galizia all’Andalusia, dalla Catalogna alla Castiglia ognuna con il proprio fascino di bellezze naturali e non solo. Ma quella che viene definita la più spagnola di tutte è l’Andalusia, con le sue quattro suggestive città: Siviglia, Malaga, Cordoba, Granada. La città maggiore è Siviglia, caratterizzata dalla sontuosità del Palazzo Reale dell’Alcazar che ricalca, in piccolo, lo stile dell’Alhambra di Granada e la Cattedrale che, per magnificenza, può competere con le nostre Basiliche.

La città, invece, più moresca è Cordoba, con la sua Grande Moschea, ormai trasformata in Cattedrale, unica nel suo genere e meta imperdibile per le appassionate di arte e cultura. E per concludere il nostro giro all’insegna della meraviglia, non può mancare Granada e la sua Alhambra, un palazzo che domina la città e che racchiude – come uno scrigno – tutto il fascino della cultura e dell’arte araba.

Malaga, invece, al centro della Costa del Sol, potrà soddisfare il vostro desiderio di mare e bagni di sole. Naturalmente, le destinazioni possibili in Italia e in Europa sono tantissime e la loro scelta dipenderà molto dal tempo a disposizione, dal budget stabilito e da quanto siete disposte ad allontanarvi. Un viaggio in solitudine può essere un’esperienza bellissima e – a volta – la bellezza del viaggio è proprio nella bellezza della solitudine che avete scelto.

Angela Agresta

Angela Agresta

È nata a Marina di Catanzaro, adora il mare e si è sempre chiesta: perché vivo in collina? Alla nascita della sua seconda bimba “ha smesso di lavorare” per fare la mamma a tempo pieno. Quando sono diventate due splendide donne, ha iniziato a dedicarsi a tutto ciò che le era sempre piaciuto, ma per cui non aveva mai avuto abbastanza tempo. Ha imparato a realizzare splendidi oggetti con la tecnica dell’invetriatura Tiffany, ha frequentato un corso di giardinaggio, uno di pasticceria professionale e uno di fotografia. Il risultato? Da come il suo giardino si inonda di colori in ogni stagione, da quanto sono apprezzati i suoi dolci e le foto con cui spesso immortala tutto… ritiene di non aver seminato sul cemento armato! La sua ultima passione è il Tai Chi, una meravigliosa disciplina orientale di cui avrà modo di parlare in queste pagine.

Potrebbero interessanti anche
La Redazione
  • Erika Di Cosimo
  • Verdiana Amorosi
  • Mariagrazia Roversi
  • Angela Agresta
  • Cristina Vinci
  • Madame de Stael