Cosa fare quando non esce gas dai fornelli

Vuoi accendere il fornello ma non da segni di vita? Ecco alcuni trucchi e soluzioni per risolvere il problema prima di ricorrere al tecnico.



Non Esce Gas dal Fornello: Cosa Fare | Corriere delle Dame

Hai provato ad accendere il fornello, ma non accade nulla e della fiamma neanche l’ombra? Ecco cosa fare se non esce gas dai fornelli.

Quando la scintilla del fornello non è seguita dalla fiamma, è necessario controllare che esca il gas. Come fare? Innanzitutto, bisogna accertarsi di lavorare in modo sicuro in quanto il gas è un combustibile altamente infiammabile; quindi, dopo aver individuato il fornello malfunzionante – di solito è quello che viene utilizzato con maggiore frequenza - chiudi il rubinetto di erogazione del gas e lascia la finestra aperta. Adesso è possibile passare alla parte pratica.

Tra le maggiori cause della mancata fuoriuscita di gas dai fornelli c’è l’ostruzione degli ugelli, dovuta spesso all’infiltrazione di liquidi di cottura o di detersivi per la pulizia del piano cottura. Bisogna, dunque, rimuovere tutti gli elementi del fornello e lasciarli in ammollo in acqua e sapone, in modo da eliminare tutte le possibili incrostazioni e liberare tutti i fori da cui esce la fiamma. È necessario, in particolar modo, rimuovere il bruciatore e la corona per poter lavorare sull’ugello, l’elemento in rame posto al centro del fornello.

Scopri anche i rimedi per una casa umida

Come controllare e pulire gli ugelli del fornello

L’ugello presenta un piccolo foro da cui fuoriesce il gas. Quando questo foro è otturato, il gas fa fatica ad uscire o esce in quantità ridotte, che non permettono l’accensione della fiamma. Per liberarlo è necessario un ago sottile, oppure è possibile acquistare degli alesatori che garantiscono di non allargare il foro dell’ugello. Gli ugelli, infatti, si presentano tutti della stessa forma, ma hanno fori di diversi diametri in base alla grandezza del fornello. Per questo, nel caso si optasse per l’ago, è fondamentale fare molta attenzione a non allargare il foro mentre si procede alla sua pulizia: inserisci delicatamente l’ago e muovilo su e giù fino a eliminare qualsiasi possibile ostruzione.

Prima di rimontare tutti gli elementi e verificare che il problema sia risolto, soffia all’interno del foro più volte, usando preferibilmente una bomboletta ad aria compressa. Fatto ciò è possibile ristabilire il piano cottura, aprire il rubinetto di erogazione del gas, chiuso in precedenza, e verificare il corretto funzionamento del fornello.

Tuttavia, non sono solo gli ugelli a creare problemi di malfunzionamento del fornello. Di seguito, elenchiamo altre possibili cause.

Leggi anche l'articolo che ti spiega come sturare il WC senza attrezzi

Fori della corona ostruiti: cosa fare

Tra gli elementi del fornello che potrebbero impedire un suo corretto funzionamento c’è la corona del bruciatore che, attraverso i fori, eroga la fiamma. Quando i fori sono otturati da residui di cibo o dall’acqua la fiamma non fuoriesce in maniera corretta. Bisognerà, dunque, sturare i fori e - anche in questo caso - l’ago si rivela un ottimo strumento per la risoluzione del problema.

Cosa fare se la termocoppia è difettosa

Per assicurare la presenza reale della fiamma sul fornello, i piani cottura a gas sono dotati della termocoppia, un dispositivo di sicurezza che quando rivela l’assenza della fiamma blocca un’eventuale fuoriuscita di gas. Quando la fiamma si spegne - dopo aver rilasciato il pulsante dell’accensione - allora la termocoppia è danneggiata e va sostituita.

L’accensione del fornello non funziona

Può capitare, però, che il problema sia proprio il pulsante dell’accensione che non permette alle candele di produrre la scintilla, da cui scaturirà poi la fiamma. In questo caso, è necessario chiamare il tecnico, che dovrà sostituire completamente il pulsante di accensione del fornello.

La candela del fornello è rotta o screpolata

Come abbiamo detto, è la candela che permette al fornello di produrre la scintilla e quindi la fiamma. La candela è l’elemento in ceramica con l’estremità in metallo che insieme al bruciatore permette la corretta produzione della fiamma. Quando la candela è rotta o incrinata la scintilla non si produce, oppure risulta debole, causando il malfunzionamento del fornello. Occorre, quindi, cambiare la candela per risolvere il problema.

Leggi anche come smaltire correttamente l'olio esausto della frittura

Presenza di aria nei condotti del gas

Se ti sei appena trasferita in una casa nuova, oppure hai da poco sostituito il tubo o la bombola di gas e il fornello non si accede, potrebbe essere del tutto normale. In questi casi è probabile che ci sia dell’aria nei condotti. Cosa fare? Lascia aperto il bruciatore grande per qualche secondo, in modo da consentire la fuoriuscita di aria, e poi verifica che tutto funzioni usando il bruciatore più piccolo. Attenzione, però! In caso di forte odore di gas, chiudi subito il bruciatore.

La sicura del regolatore di pressione

Un altro dispositivo di sicurezza dei fornelli è il regolatore di pressione, che viene posto sulla bombola a gas per evitare che ci siano problemi di pressione tra la bombola e il tubo di raccordo. Questi regolatori sono dotati di una sicura taglia-gas che evita strappi o perdite, entrando in funzione quando il tubo viene scollegato improvvisamente. Per questo, quando si sostituisce o si sposta la bombola è necessario assicurarsi che la manopola di sicurezza sia posta in modo da permettere il giusto passaggio di gas.

Gas regolato sul minimo

Il flusso di gas può essere regolato attraverso un rubinetto e una vite. Quando il rubinetto del gas è regolato sul minimo e il gas risulta insufficiente per alimentare le fiamme, il fornello funzionerà male o ti sembrerà non funzionare. Per rimediare al problema, basterà semplicemente regolare il rubinetto, girando verso destra per abbassare la fiamma e verso sinistra per aumentarla.

Questi possono essere alcuni delle possibili cause di malfunzionamento, ma se nessuna sembra essere quella adatta al tuo fornello, diventa neecessario rivolgersi a un tecnico. E non dimenticarti di lavorare sempre in sicurezza!

                                                                Leggi anche tutti gli altri tutorial del Corriere delle Dame nella sezione Fai da te!

Cristina Vinci

Cristina Vinci

Nata a Napoli ma, già da bambina, si trasferisce in diverse città italiane per scelte famigliari e per gli studi universitari, prima a Bologna e, poi, a Roma dove consegue la laurea specialistica in Marketing e Comunicazione di Impresa. Il marketing, in particolare l'aspetto digitale, diviene un forte interesse che Cristina prova sempre ad approfondire durante le esperienze lavorative. Nonostante i trasferimenti in altre città italiane, Napoli resta il suo punto debole; si appassiona alla sua storia e anche alle sue problematiche, in particolare legate all'ambiente e alla criminalità organizzata. Il posto che preferisce -afferma- è la sua cucina immersa nel profumo di un dolce appena sfornato, ma le piace anche la cura del giardino, tra piante e gatti, visitare i musei e spendere tempo al pc in cerca di offerte per volare in posti nuovi.

Potrebbero interessanti anche
La Redazione
  • Erika Di Cosimo
  • Verdiana Amorosi
  • Mariagrazia Roversi
  • Angela Agresta
  • Cristina Vinci
  • Madame de Stael
Chi siamo
Evergreen
  • Rimettersi in forma dopo i 50 anni

    15 Aprile, 2019Rimettersi in Forma dopo i Cinquant’anni

Guide
  • Dieta Chetogenica

    1 Maggio, 2019Dieta Chetogenica: facciamo chiarezza sul regime alimentare più discusso del momento

Corriere delle Dame è una Testata registrata al Tribunale di Roma n. Registrazione 84/2019 del 12/06/2019
Direttore Responsabile: Verdiana Amorosi
Copyright © 2020. Tutti i diritti riservati.