A piedi nel Lazio: Dove Camminare

Leggi subito la guida del Corriere delle Dame sui luoghi ideali per una fare camminata rigenerante nel territorio laziale: ecco i luoghi perfetti per godersi una passeggiata nella natura!



A piedi nel Lazio: Dove Camminare - CorriereDelleDame.it

Dove andare a piedi nel Lazio: ecco i luoghi ideali per camminare, rilassarsi ed entrare in contatto con la natura

Il Lazio è una regione davvero ricca di sorprese, meraviglie naturali e scorci inediti, situati spesso a pochi passi dalle grandi città. Oltre a Roma, il Lazio offre l’opportunità di passeggiate ed escursioni in una natura incontaminata e ricca, fra silenzio e tranquillità.
Scoprire il Lazio attraverso i suoi itinerari naturalistici e culturali non ha prezzo, partendo dal Circeo e dal suo parco nazionale fino al parco del Monumento naturale del Tempio di Giove, dal golfo di Gaeta alle escursioni nel Parco Riviera di Ulisse. Senza dimenticare, naturalmente, le camminate lungo la Via Francigena, le escursioni nei Parchi del reatino e – perché no – itinerari urbani nel cuore della Capitale. Vediamo, allora, dove camminare a piedi nel Lazio e quali sono gli itinerari più interessanti.

Camminare a piedi nel Lazio: dove andare

Fra i posti migliori dove camminare nel Lazio non possiamo non annoverare i numerosi parchi regionali, spesso ingiustamente adombrati dalla bellezza di Roma. A qualche km dal centro città si trovano posti meravigliosi da visitare a piedi, come il picco di Circe in provincia di Latina, raggiungibile con tre diversi sentieri che percorrono la cresta panoramica della montagna, donando una vista meravigliosa sul golfo di Gaeta.

Di recente istituzione e vicino a Roma, per chi può permettersi solo escursioni rapide, si trova il Parco Naturale Regionale di Bracciano Martignano. La zona del lago di Bracciano permette di effettuare trekking urbano fra le cittadine di Sutri, Bassano Romano, Anguillara Sabazia e naturalmente Roma.
Per chi cerca itinerari immersi nella natura, il famoso Parco Regionale Valle del Treja è uno dei più adatti. Questa zona protetta è ricca di scorci suggestive e anche durante l’estate offre molti punti di riparo, ideali per una sosta rinfrescante e rigenerante. Per chi è alla sua prima volta con una visita nella Valle del Treja c’è la possibilità di visitare il borgo medievale di Santa Maria, partendo da Mazzano Romano e seguendo il fiume, o di calarsi nel cuore della Valle del Treja con l’itinerario che da Mazzano arrivano fino alla cittadina di Calcata passando per l’antica città di Narce.

Le sorprese del trekking urbano a Roma

Roma è ricca di itinerari culturali ed è una meta molto interessante anche per chi ama il trekking urbano, che è un’opportunità di scoprire meglio la città anche fuori dai classici itinerari turistici. Fra i percorsi di trekking urbano a Roma più belli segnaliamo –  tra gli altri - quello che parte dalla Bocca della Verità, percorre il Circo Massimo, Ponte Fabricio e arriva poi Santa Cecilia a Trastevere. Classica ed immancabile la Via Appia ed il suo itinerario di 3,7 km, che parte dall’angolo di Via di Cecilia Metella fino al complesso di San Sebastiano. In alternativa, è possibile optare per l’itinerario da Porta San Sebastiano al Monte dei Cocci di Testaccio, che richiede circa due ore e che permette di visitare la Piramide Cestia ed il parco dell’Appia Antica.

Trekking a Rieti: cosa vedere

Rieti è l’ombelico dell’Italia, una città storica che annovera alcuni fra i migliori luoghi dove camminare a piedi nel Lazio. Se si vuole vivere un’esperienza di trekking urbano a Rieti, il nostro consiglio è quello di partire dal centro storico lungo il fiume Velino, per poi visitare il quartiere dei Pozzi, uno dei più antichi della città, i Giardini del Vignola, la Fontana dei Delfini e Via Roma. In alternativa, si può optare per il Cammino Naturale dei Parchi che passa anche da Rieti e consta di ben 25 tappe lungo 430 km; si tratta di uno degli itinerari naturalistici più interessanti della regione ed è ideale anche per escursionisti alle prime armi desiderosi di immergersi nella bellezza della natura laziale.

Trekking in Ciociara: gli itinerari

Fra i luoghi migliori dove fare trekking in Ciociara possiamo annoverare il Parco dei Monti Simbruini, una delle meraviglie di questa regione. Fra i Monti Simbruini il sentiero migliore per famiglie e persone alle prime armi è quello delle sorgenti dell’Aniene, un percorso perfetto per vivere una giornata in mezzo alla natura facendo trekking lungo l’Aniene.
Per i più esperti, sarà soddisfacente un itinerario come quello dal monte Tarino fino a Campo Staffi, oppure la camminata panoramica dell’anello di Monte Virgilio.
Numerosi anche gli itinerari nei boschi ciociari, fra castagneti e querceti, attraverso i sentieri dei monti Ernici che si snodano fra cime, rifugi e boschi.

Mariagrazia Roversi

Mariagrazia Roversi

Nata e cresciuta a Brescia, è laurata in Giurisprudenza. La legge è la sua prima passione, ma quando non si occupa di studio e lavoro si tuffa nei libri, nel disegno e nel mondo dei cavalli. La scrittura è la sua coperta di Linus: la fa stare semplicemente bene. Non potrebbe mai vivere senza le buone compagnie: trovarsi intorno ad un tavolo con gli amici, davanti a una bottiglia di vino, è uno dei suoi passatempi preferiti per rilassarsi.

Potrebbero interessanti anche
La Redazione
  • Erika Di Cosimo
  • Verdiana Amorosi
  • Mariagrazia Roversi
  • Angela Agresta
  • Cristina Vinci
  • Madame de Stael